Pesaro: 5 buoni motivi per visitare la perla dell’Adriatico

46
Gradara

In molti l’hanno sentita nominare, probabilmente per via delle sue meravigliose piazze e dei palazzi storici che la popolano: stiamo parlando di Pesaro, una città conosciuta ed amata per via di una serie di monumenti e vicende storiche che la riguardano. Oltre a ciò, essa può offrire un’esperienza di relax unica a tutti gli amanti del mare e delle spiagge dorate, grazie ad un vasto lido che la percorre per tutta la sua grandezza.

Situata nelle Marche, questa splendida città si affaccia gentilmente sulle coste del mare Adriatico, e con una una popolazione di circa 95.000 abitanti si attesta come il secondo polo urbano della regione, seconda solo ad Ancona.

Ma vivere Pesaro non significa solamente prenotare un lettino in spiaggia e godersi beati la tintarella: questo suggestivo e vivace centro è infatti anche conosciuto come “Città della Bicicletta”, grazie alla miriade di piste ciclabili che la attraversano, e presenta anche un’intensa affinità con la musica e le arti. Ma quali sono le principali attrazioni che la città può offrire? Vediamo subito di stilare una classifica aggiornata e soprattutto capace di soddisfare i vacanzieri più disparati!

Pesaro Lido

È vero, abbiamo detto che oltre alle grandi distese di calda sabbia color oro Pesaro ha molto da offrire. Intanto però, non possiamo fare altro che sottolineare come, tra le varie città che si affacciano sull’Adriatico, Pesaro detenga in assoluto il primato di una delle più suggestive e vivaci.

A partire dal celebre porto, la spiaggia percorre infatti numerosi chilometri, ed è incorniciata da una lunga schiera di meravigliosi resort dotati di piscine e spiagge private. Non è un caso se il Lido risulti una delle zone migliori per prenotare un Hotel a Pesaro, magari affacciato direttamente sul mare e dotato di piscina e spa privata.

Meglio buttarsi tra le onde o rilassarsi sorseggiando un drink? C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Le vie del centro storico di Pesaro

Lo sapevi che la storia di Pesaro risale all’epoca dell’impero romano? Il comune infatti, venne fondato nel lontano 184 a.C., epoca in cui divenne sempre più rilevante dal punto di vista commerciale. Dopo circa 400 anni di prosperità (e con un aiutino da parte degli Ostrogoti) purtroppo le sorti della città presero una piega meno favorevole, che vide tuttavia una risalita notevole durante il regno della celebre casata dei Malatesta.

In questo periodo, furono costruiti importanti palazzi, meravigliose fontane e vennero privilegiate le arti in tutte le loro forme. Ed è proprio in piazza del Popolo, costeggiata dal municipio e dal Palazzo Ducale (costruito nel 1450  e poi ampliato dalla famiglia Della Rovere e da quella de Medici) che si erge la celebre fontana seicentesca, restaurata a metà del Novecento dopo aver subito le conseguenze della devastante seconda guerra mondiale. Oltre a questo spaccato di storia, il centro di Pesaro offre poi le romantiche rovine romane del foro situato nell’incrocio di Via Flaminia, Via San Francesco e Corso XI Settembre. Una tappa imperdibile per chi ama la storia dello Stivale!

Casa Museo Gioacchino Rossini

casa di Rossini a Pesaro
casa di Rossini a Pesaro

Abbiamo appena parlato di architettura ed arte, e allora quale migliore momento per citare anche il legame che Pesaro ha con la musica? Gli amanti dell’opera e della musica classica più in generale avranno infatti l’opportunità di visitare la casa natale del compositore Gioachino Rossini (1792-1868), di recente ampliata per esporre la documentazione delle opere del compositore, comprendente numerosi pezzi unici come stampe, incisioni, caricature e altri cimeli. Di particolare rilievo è la galleria dei ritratti, comprendente una grande collezione di stampe fra le quali spicca per bellezza e sensibilità un disegno del grande artista Gustave Doré, il quale raffigurò Rossini sul letto di morte. Infine, è bene ricordare che le opere rossiniane vengono rappresentate in un festival musicale che si svolge in città ogni agosto!

Orti Giuli

Ma oltre al blu del mare e all’oro delle spiagge, Pesaro offre ai suoi visitatori anche un altro colore fondamentale, soprattutto per gli amanti della natura. Stiamo parlando del verde dei suoi parchi e giardini, particolarmente vivo e ben rappresentato dai celebri Orti Giuli.

Sviluppati  all’inizio dell’Ottocento, gli Orti Giuli furono il primo parco pubblico italiano. Progettati secondo l’elegantissimo ed allora in voga stile neoclassico, essi sorgono come una gemma color smeraldo proprio nel centro della città, lungo le sponde del fiume Foglia.

Questi giardini rappresentano una cornice ideale per feste ed eventi di rilevanza culturale, che infatti vi si svolgono all’interno per tutto il periodo estivo. 

Castello di Gradara

Se durante il soggiorno a Pesaro scatta quella tipica voglia di gita fuori porta, una delle mete più belle e comode da visitare è rappresentata dal Castello di Gradara, antica cittadina che dista soli 20 minuti d’auto dal centro cittadino.

Arroccato sulla cima di una deliziosa collina con vista sul mare Adriatico, il castello accoglie i visitatori con le sue mura austere e la lunga serie di merli che ne sovrastano la silouhette.

Questo palazzo fu costruito nel XII secolo, ed originariamente apparteneva alla potente famiglia Griffo. Oggi, dopo una serie di eccellenti restauri, si trova in condizioni ideali per essere visitato e per offrire una vera e propria fotografia dei fasti di un tempo, ospitando al suo interno una lunga serie di opere d’arte d’antiquariato.

Conclusioni

Grazie ad un insieme esplosivo di bellezza originato dal contesto naturale e da quello culturale, Pesaro si rivela essere una meta ideale durante tutti i mesi dell’anno. Anche durante un solo week-end, essa offrirà ai propri visitatori una serie di esperienze indimenticabili, da vivere nei suoi meravigliosi parchi e giardini naturali oppure sulle roventi rive del Lido. Il tutto accompagnato da una cucina eccezionale e da un’ospitalità altrettanto calorosa!