Wicca: una religione che incoraggia la magia

595
la religione Wicca

La Wicca è una religione neopagana moderna che costruisce le sue fondamenta sulla venerazione della Dea, del Dio e sulla pratica della magia. La magia non solo ha un ruolo fondamentale ma viene vista (e questa si può a tutti gli effetti considerare un’eccezione) come una pratica positiva.

La storia ci ha insegnato che spesso le varie religioni hanno cercato di contrastare la magia vedendola come una forza negativa o come una diretta antagonista. Con la Wicca possiamo assistere ad un connubio, addirittura a un equilibrio tra religione e magia.

La religione Wicca

La Wicca è una religione dalla fondazione relativamente recente. Venne infatti fondata da Gerald Gardner negli anni ’50 del XX secolo. E’ però bene precisare che non è nata dal nulla ma che ha origini ben radicate nella tradizione pagana e nella stregoneria. Ecco perché spesso viene denominata la religione delle streghe. In realtà c’è molto di più e il ricorso alla magia è solamente uno dei tanti aspetti affascinanti di questa religione moderna.

La Wicca è una religione fortemente connessa con il territorio, la natura e la sua stagionalità. Non a caso segue un calendario rituale basato sulla ciclizzazione della natura e commemora le festività delle quattro stagioni, conosciute come sabbat.

Cosa sono i sabbat e quando si festeggiano?

I sabbat sono le festività neopagane celebrate nella Wicca (ma anche in altre tradizioni neopagane) e sono basate sui cicli della natura. Celebrano i cambiamenti stagionali e le fasi del ciclo vitale. Ci sono otto sabbat nell’anno, quattro principali e quattro secondari.

I sabbat sono:

  • Yule (o Alban Arthan): celebrato il 21 dicembre, è la festa del solstizio d’inverno e celebra il ritorno della luce.
  • Imbolc (o Oimelc): celebrato il 2 febbraio, è la festa della luna nuova di febbraio e celebra il ritorno della primavera.
  • Ostara (o Alban Eilir): celebrato il 21 marzo, è la festa dell’equinozio di primavera e celebra la rinascita della natura.
  • Beltane (o Alban Hefin): celebrato il 30 aprile, è la festa della luna piena di maggio e celebra la fioritura della primavera.
  • Litha (o Alban Heruin): celebrato il 21 giugno, è la festa del solstizio d’estate e celebra la forza della vita.
  • Lammas (o Alban Awyr): celebrato il 1 luglio, è la festa della luna nuova di luglio e commemora la raccolta dei primi frutti dell’estate.
  • Mabon (o Alban Elfed): acclamato il 21 settembre, è la festa dell’equinozio d’autunno e celebra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.
  • Samhain (o Alban Arthan): celebrato il 31 ottobre, è la festività della luna piena di novembre e coincide con il passaggio dall’estate all’inverno. E’ anche la data in cui si celebrano i defunti.

Durante i sabbat, i praticanti della Wicca si riuniscono per omaggiare la natura, la divinità e l’energia universale. Le celebrazioni possono includere canti, danze, momenti di meditazione, offerte di cibo e incenso agli dèi, e il ricorso ad incantesimi e rituali. I sabbat sono anche un momento per riunirsi e condividere la propria spiritualità con gli altri.

Il ricorso alla magia nella Wicca

La pratica della Wicca prevede l’uso di incantesimi, rituali, cerimonie e meditazione. Lo scopo è quello di riuscire a connettersi con la divinità, la natura e l’energia universale. Una forza positiva volta al bene e al cambiamento sempre legato ai cicli vitali della natura.

Gli incantesimi e i rituali spesso utilizzano erbe, pietre e oggetti presi direttamente dalla natura per convogliare l’energia e raggiungere lo scopo prefissato. La Wicca è una religione politeista in cui si crede ad una moltitudine di divinità e spiriti che possono però essere convogliati tutti nella natura.

Un altro aspetto molto interessante della Wicca è dato dal fatto che si tratta di una religione volta a incoraggiare l’individualità e l’autodeterminazione. Anche per questo motivo non ha un testo sacro da considerare come assioma o una rigida gerarchia centralizzata da rispettare.

Distribuiti nel mondo ci sono diversi gruppi di Wicca e ognuno può avere le proprie pratiche, rituali e credenze. Ovunque, però, la Wicca è una religione che incoraggia la pace, l’amore e il rispetto per la natura e gli altri esseri viventi. Si tratta dunque di una magia volta ad ottenere effetti positivi, in armonia con la natura e senza mai scadere nel mero egoismo. Una magia che possiamo definire bianca.

E tu, conoscevi tutte queste cose sulla Wicca?