Libri, ebook e audiolibri: come è cambiato il nostro modo di leggere

205
audiolibri, ebook e libri da leggere

Le nostre abitudini, in tema di lettura, sono sicuramente cambiate in questi ultimi anni, considerando anche l’evoluzione tecnologica che ha conquistato anche questo settore. Il primo vero cambiamento è legato al crollo di molte catene di librerie sia in Italia che nel mondo. In particolare negli Stati Uniti dove hanno acquistato sempre maggior spazio le realtà digitali. Parliamo quindi di ebook e audiolibri che hanno letteralmente superato la presenta di libri cartacei, le cui vendite sono crollate.

È sufficiente ricordare che una realtà digitale per eccellenza come Amazon ha preso in mano la gestione di 21 librerie fisiche, e molto altre sono in fase di arrivo. Ma non è la sola piattaforma che si è lanciata verso le nuove tendenze: ci sono moltissime soluzioni per poter acquistare libri online o assicurarsi un audiolibro. Quest’ultimi infatti sono quel prodotto che ha registrato un aumento pazzesco, unico rispetto a ogni altra soluzione di lettura degli ultimi 10 anni.

Leggere ad orecchie aperte: il successo degli audiolibri

Possiamo dire che il vero fenomeno culturale è proprio legato agli audiolibri o audiobook per dirla all’inglese, da non confondere con i podcast. La grande differenza tra questi due prodotti è dettata dalla loro lunghezza e periodicità. L’audiolibro è rilasciato come singolo prodotto, mentre i podcast sono sempre dei file audio digitali in serie episodica di contenuti.

Non parliamo di nulla di nuovo, poiché è un formato che esiste da anni, ma ha spopolato soprattutto negli scorsi 12-24 mesi. La domanda dei consumatori è aumentata e ciò ha fatto capire che era giunto il momento di investire in questa “nuova” opportunità. Del resto audiobook e podcast hanno del potenziale e permettono al consumatore di lasciarsi trasportare nella storia attraverso il solo uso dell’ascolto. Secondo una ricerca di Pepe Research per Storytel il 9% di un campione target (di età compresa tra i 18 e i 54 anni) ha iniziato ad ascoltare audiolibri non essendo un lettore di libri cartacei. Mentre il 39% di chi ha iniziato a usarli negli ultimi due anni era già un buon lettore.

Ciò che sembra piacere è proprio la possibilità di scegliere se leggere un libro o se ascoltarlo, senza perdere l’intensità di narrazione. È chiaramente un nuovo modo di leggere che riesce a garantire maggiore relax, soprattutto se si trova un titolo interessante. Visto questo andamento moltissime piattaforme hanno aperto le porte alla vendita digitale, rendendo così più facile per gli utenti scoprire dove acquistare un libro online. O un ebook chiaramente!

E i negozi fisici?

Negli ultimi mesi è stato fatto di tutto, anche la consegna a domicilio dei libri ordinati in diverse città italiane. Discorso simile per i supermercati che hanno deciso di riempire gli scaffali dei negozi di libri cartacei, incentivando i consumatori alla lettura. E ovviamente l’offerta è stata aperta davvero a tutti: dai romanzi ai saggi, fino ad arrivare ai libri per bambini e ragazzi. Con le giuste promozioni e sconti è stato possibile supportare e sostenere molti editori, garantendo un ottimo hobby a milioni di italiani.

È chiaro però però che la rivoluzione iniziata nel settore della lettura digitale ci presenti un chiaro panorama. Fino a un anno fa i lettori di libri cartacei erano il 55% della popolazione, seguiti dai lettori di eBook al 30% e di audiolibri al 12%. Ma negli ultimi mesi sono stati comprati così tanti audiobook da aver fatto segnare una crescita del 227%, con un giro d’affari che è aumentato del 94%.